Contro-Verso (X) di Gabriele Lastrucci




Ad oggi il suo libro più importante (evoluzione naturale e Sintesi
definitiva dei primi due Contro-Verso), oltre ad una cospicua
selezione dei testi più recenti (tra cui spiccano: il profondo
e folgorante Discorso sulla Contraddizione Universale, uno dei
vertici assoluti del suo pensiero etico e filosofico, nonché
necessaria chiave di lettura per il suo intero processo creativo,
il bellissimo poema in prosa e versi Una lucente ferita, la cruciale
poesia d’apertura Quando irrompe l’amore e i tre nuovi e potenti
Poemi d’Estasi: Agosto, Il Barbone: come un cane ferito e (X)),
raccoglie, attraverso una ricca e strutturata antologia, le diverse
stagioni della produzione del poeta/filosofo accompagnando il
lettore verso la scoperta di un mondo letterario unico e singolare
dove si toccano e si armonizzano temi e forme spesso lontane
e contrastanti tra loro ma che trovano sempre, come altissime
esplosioni d’Essere nella notte del Senso, il loro centro all’interno
di una profonda ed ispirata ricerca dell’Essenziale e del
Necessario, del Fatidico e del Sublime, del fugacemente Fragile e
dell’Eterno...
Oltre all’importante interpretazione di Valentina Balzarotti
Barbieri che fa da lucente (Post-) Presagio al testo si trova, a
conclusione di questo viaggio Iniziatico ed Oracolare, una preziosa
sezione di testi e/o commenti critici scritti da alcuni importanti
teorici e studiosi di Letteratura (Giuseppe Panella, Elena Ferretti,
Emerico Giachery e un saluto-testimonianza di Sandro Veronesi)
che illuminano il cammino del lettore come delle autentiche e
purissime lanterne magiche.

Breve Biografia e Premi

Gabriele Lastrucci
è nato a Prato nel 1977. Si è laureato in Filosofia all’Università di Firenze con una tesi sul poeta-filosofo Giacomo Leopardi. Per più di dieci anni ha svolto il lavoro di libraio nella propria città.
Collaborazioni
Ha collaborato, scrivendo articoli di Arte e Letteratura del Novecento, con il mensile culturale Il Governo delle Cose diretto da Gianni Conti e Franco Cardini, e con Retroguardia Letteraria 2.0: contenitore culturale diretto da Giuseppe Panella. Alcuni suoi articoli di critica letteraria sono ospitati sull’edizione on line del quotidiano nazionale QN La Nazione.
Premi Letterari Conferiti a Gabriele Lastrucci
Nel 2004 è già presente nell'Antologia del Premio Internazionale di Poesia Città di Monza.
Nel 2005 viene premiato al Concorso Letterario "Verso i Monti dei Profumi": concorso nel quale in passato era stata premiata anche la poetessa Alda Merini.
Nel 2016, con Dolente Fiore d'Estasi, è stato insignito del riconoscimento Diploma d'Onore con Menzione d'Encomio al Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti.
Nel 2017, con Contro-Verso: il Disperante Canto del Caos, vince il terzo posto al Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica – Pegasus Literary Awards 2017.
Sempre nel 2017, vince la Menzione d'Onore all'ottavo Concorso Nazionale "Poesie d'Amore" di Torino, organizzato dall'associazione culturale "Penna d'Autore".
Sempre nel 2017, con Contro-Verso: il Disperante Canto del Caos, è Finalista all'XI edizione del Premio Letterario Nazionale Giovane Holden.
Sempre nel 2017, con Contro-Verso: il Disperante Canto del Caos, vince il Quarto posto assoluto al Premio Nazionale di Arti Letterarie Metropoli di Torino XIV Edizione. Alla prestigiosa kermesse letteraria partecipano centinaia di scrittori provenienti da tutta Italia. Nello stesso concorso, patrocinato dalla Regione Piemonte, dalla Metropoli e dalla Città di Torino, e presieduto dalla celebre scrittrice Margherita Oggero, viene conferito il premio alla carriera al grande poeta beat Lawrence Ferlinghetti.
Sempre nel 2017, con il libro Contro-Verso: il Disperante Canto del Caos, è finalista al III Premio Internazionale Salvatore Quasimodo. Presidente di Giuria Alessandro Quasimodo, figlio del grande poeta Salvatore Quasimodo e poeta, critico letterario e drammaturgo anch'egli.
Nel 2018, con il libro Contro-Verso: il Disperante Canto del Caos, è stato premiato a Roma in Campidoglio, vincendo il Quinto posto assoluto al Premio Nazionale Albero Andronico XI Edizione. Al Concorso capitolino partecipano oltre 700 importanti scrittori provenienti dal panorama Italiano e Internazionale. La cerimonia di Premiazione è stata celebrata il 9 Marzo nella prestigiosa Sala Protomoteca del Campidoglio.
Questa è la motivazione del Premio conferitogli in Campidoglio
Un linguaggio per certi versi ricercato, ma che si pone come riflessione costante sull’esistenza. La poesia si avvale degli elementi della natura e si proietta verso un infinito da esplorare. Un lavoro strutturato con consapevolezza che rivela la volontà di interrogarsi sul senso delle cose. [...]
Opera densa e ben costruita, in cui pennellate di ardita voce si sposano con linee scure e nette. Giochi di parole si mescolano a vocaboli ricercati, che rimpolpano il senso, scarnificandone, poi, la stessa pagina. Persistente e forte, come il profumo della zagara.
Campidoglio, Roma, 9 Marzo 2018.
Nel 2018, a settembre vince il secondo posto assoluto al Premio Letterario Nazionale “La Marineria del Salento” con il racconto Ferragosto. Al premio partecipano centinaia di scrittori.
Critica
Sulla sua opera si sono espressi, in diverse occasioni pubbliche, importanti scrittori e intellettuali, tra i quali: Carlo Caporossi, Giuseppe Panella, Giuseppe Vannucchi, Umberto Cecchi, Paolo Magelli, Tommaso Santi, Stefano Zenni, Piero Pelù e il celebre scrittore Sandro Veronesi.